Sky Arte Updates: La condizione femminile secondo Myriam Meloni. Il dramma dell’immigrazione nelle sue fotografie

Print pagePDF pageEmail page

Myriam Meloni, Behind the Absence

Myriam Meloni, Behind the Absence

Il fotoreportage ha di recente acquisito una nuova, originale firma: quella di Myriam Meloni, cagliaritana classe 1980, volto ormai affermato nel panorama fotografico internazionale.
Appassionata dell’obiettivo come mezzo di analisi delle dinamiche contemporanee, il suo ultimo progetto dedicato al Marocco sarà protagonista della terza puntata di Fotografi, il programma di Sky Arte HD che per la seconda, inedita stagione indaga – tutti i lunedì alle 21:10 – approcci e declinazioni dell’immagine contemporanea.
Concentrandosi sulle peculiarità della vita contemporanea, la giovane documentarista crea una trama narrativa che unisce storie geograficamente distanti ma accomunate da evidenti similitudini. Dall’Argentina al Nicaragua, da acuta osservatrice Myriam Meloni punta l’obiettivo sui danni generati da politiche lavorative miopi, come nel progetto The lobster jail (Nicaraguan fishers), e sull’altrettanto devastante business del “paco”, ottenuto dagli scarti della lavorazione della cocaina e nuovo flagello delle ultime generazioni argentine ritratte in Fragile.
Interessata soprattutto alla condizione femminile nel XXI secolo, la Meloni riserva un importante capitolo della sua carriera a reportage incentrati sulle donne e sulle problematiche migratorie, che colpiscono da vicino non solo quest’ultime ma anche giovani e adolescenti. Il nuovo lavoro realizzato in Marocco, tra Tangeri e Rabat, è volto a testimoniare proprio il dramma dell’immigrazione femminile africana e richiama da vicino Behind the Absence, vincitore dell’edizione 2014 del Firecracker Grant riservato alle fotografe europee.

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community