Invito al cinema con sorpresa (in occhiali da sole). Il Milano Design Film Festival apre il suo Cinema Nascosto a Banksy. E annuncia per aprile l’apertura di una nuova galleria d’arte

Print pagePDF pageEmail page

Cinema Nascosto, Milano Design Film Festival - Marco Cazzaniga, Franz Siccardi, foto Giulia Virgara

Appuntamento, qualche sera fa, alle 20 davanti a un’autorimessa. Dress code: sunglasses at night. Nonostante il buio, tutti hanno gli occhiali da sole: chi indosso, chi sulla testa. Non è quindi difficile riconoscersi. Del film e del luogo della proiezione ancora nessuna informazione. Compare una guida, rigorosamente occhialuta, che traghetta il gruppo di novanta persone poco lontano, in uno spazio che – scopriremo poco dopo – diventerà presto una nuova galleria d’arte contemporanea. Dopo Palazzo Durini, Cinema Nascosto – il ciclo di eventi del Milano Design Film Festival che porta il cinema in luoghi sconosciuti o inaccessibili di Milano -, al suo secondo appuntamento sceglie di mostrare in anteprima uno spazio dedicato all’arte contemporanea.
Si chiamerà Viasaterna in onore a Poema a fumetti di Dino Buzzati, e inaugurerà il 23 aprile con una mostra collettiva di artisti internazionali. Dopo la presentazione della location manca solo l’ultimo tassello del puzzle, il titolo del film. La scelta, attinente al luogo che ospita l’evento, in questo caso è ricaduta su Exit through the gift shop del celebre street artist Banksy. Documentario circolato qualche anno fa, ma sempre molto attuale, che offre una panoramica sul mondo della street art e mostra le contraddizioni del mercato dell’arte. Per i prossimi appuntamenti, in programma a cadenza mensile fino a luglio, Cinema Nascosto è alla ricerca di nuove location adatte a un pubblico sempre più ampio, visto il successo dei primi due incontri. Già con l’idea di aprirsi in futuro anche ad altre città.

Claudia Farci

www.milanodesignfilmfestival.it
http://www.viasaterna.com

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community