Il browser dell’arte. Google inventa l’estensione per Chrome collegata al suo Art Project. Sfilano dipinti sulla finestra di navigazione

Print pagePDF pageEmail page

Chrome con la sua nuova veste "artistica"

Chrome con la sua nuova veste “artistica”

Tutto l’amore di Google per l’arte. Un amore rivelato dai mitici doodles, spesso intitolati ad anniversari di grandi artisti, ma soprattutto dal maestoso database Art Project, un museo virtuale in cui sono archiviate milioni di opere d’arte di ogni epoca, ad altissima risoluzione, con tanto di info tecniche, schede critiche, contenuti multimediali, link e comandi per le condivisioni social.
Un nuovo capitolo si aggiunge adesso a questo bell’intreccio tra bellezza e tecnologia. Proprio attingendo dal suo grande archivio di opere on line, Google lancia un’estensione per Chrome, appena pubblicata sulla piattaforma Web Store e offerta in modalità gratuita: il browser a misura di art lover è servito. Ecco come modificare l’aspetto della propria schermata di navigazione, trovandosi un’opera d’arte, completa di didascalia, all’apertura di ogni nuova tab. Navigare, da adesso, sarà tutto un altro paio di maniche: addio all’anonimo sfondo bianco, in favore di uno splendido carosello d’autore, che dai paesaggi di Van Gogh alle ballerine di Degas, dall’illustrazione giapponese  alle nature morte fiamminghe, trasformerà in una splendida full immersion pittorica ogni accesso al web.

I dipinti di Google Art Project su Chrome

I dipinti di Google Art Project su Chrome

Ecco dunque come cambia il vostro Chrome: la finestra con i Top Sites (i siti più visitati), solitamente posizionata al centro della pagina, viene trasformata in una piccola icona in basso a destra. Basta cliccarci per aprire il proprio elenco di siti web giornalieri. Sulla barra dell’indirizzo URL, a destra, proprio accanto al menu delle impostazioni, troverete invece l’icona di Google Art Project, a portata di mano per ogni nuovo tour. Quanto all’immagine di sfondo, ogni giorno ne avrete una nuova, grazie ad un turnover automatico, ma con la possibilità di fare refresh ogni qualvolta si desidera: l’apposita freccetta è ben visibile, in basso a sinistra, accanto alla didascalia. Se infine un’opera vi incuriosisce particolarmente, tanto da volerne sapere di più, cliccando su titolo e autore si accede alla relativa pagina della mega enciclopedia dell’arte Google.
Una piccola, deliziosa novità, da installare (e anche rimuovere) in pochi secondi. Purtroppo ad oggi solo per Pc e Mac. Bisognerà attendere un po’ per la versione destinata a smartphone e tablet. Nel frattempo, surfare in rete sul proprio computer sarà un modo, tra un sito e l’altro, per rifarsi gli occhi. Scoprendo opere, artisti, storie di pittura e di nuove tecnologie.

– Helga Marsala

Il link per scaricare la nuova estensione Chrome

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community