Il punto G dell’home video. “G Movie”: quando il cinema è per tutti. Distribuzione a costo zero e una collana di cult e inediti. Si parte con un horror di Mauro Borrelli

Print pagePDF pageEmail page

La locandina di The Ghostmaker, di Mauro Borrelli

La locandina di The Ghostmaker, di Mauro Borrelli

Esiste un modo efficace per combattere la pirateria? Oltre alla crescente diffusione di piattaforme streaming a pagamento, che rendono legale la fruizione dei film a basso costo, a partire dal 1 marzo è arrivato G Movie, il progetto ideato e sviluppato da Laboratorio Bizzarro Edizioni e prodotto da Distribuzione Indipendente. L’idea? Distribuire dvd gratuiti, i cui costi vengono interamente coperti da introiti pubblicitari. Un modo intelligente per prevenire la pirateria, battendola sul suo stesso territorio: gratis contro gratis. Il primo titolo in uscita è l’horror The Ghostmaker di Mauro Borrelli, regista italiano trapiantato negli Stati Uniti, dove ha lavorato come concept artist per autori del calibro di Tim Burton, Francis Ford Coppola, Terry Gilliam. Il lancio del prodotto prevede una distribuzione iniziale di 20.000 copie su tutto il territorio nazionale, in particolare nelle città di Roma e Bologna, tra cinema, librerie, gallerie d’arte, teatri e perfino ristoranti e locali pubblici; l’elenco dei point sarà costantemente aggiornato e consultabile sui siti web dei distributori.
Laboratorio Bizzarro Edizioni si occupa dello sviluppo di prodotti editoriali innovativi, mentre Distribuzione Indipendente si è fatta conoscere, fin dal 2011, per l’impegno nella diffusione di opere indipendenti, d’autore e di genere. G Movie prevede l’uscita di grandi cult e film inediti in Italia, confermando l’attenzione già dimostrata per la promozione del cinema di qualità.

– Beatrice Fiorentino

 www.distribuzioneindipendente.it
www.laboratoriobizzarro.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community