Pagine di carta paglia, rilegatura giapponese. I colori di Enrico Robusti per un raffinatissimo libro: presentato a Parma con la più contadina delle feste

Print pagePDF pageEmail page

Una vera e propria festa sull’aia, con tanto di Lambrusco, salame, torta fritta e fisarmonica. In un suggestivo museo della civiltà contadina, il Museo Guatelli a Ozzano Taro, nel parmense. Ma qual è l’occasione dell’adunanza, e soprattutto perché ce ne occupiamo? La presentazione di un libro: un oggetto con le pagine di carta paglia, con rilegatura giapponese e copertina che sa tanto di retrò. Ma nonostante l’old style, il sapore è nuovo: Il sole e la neve – questo il titolo – raccoglie infatti una sequenza di disegni di un artista contemporaneissimo, Enrico Robusti.
Il gioco, condotto da un editore fuori dagli schemi – Fermoeditore -, è stato quello di far dialogare uno scrittore – Luigi Alfieri – ed un artista per dar vita a un racconto che si snoda lungo un intero anno e che è segnato dallo scorrere dei mesi e delle esperienze del giovane protagonista. Momenti che Robusti, potentemente e ostinatamente figurativo, mette in scena con le sue prospettive distorte, le sue persone scorciate e il suo tratto che nulla deve all’accademismo. Le prove di stampa fanno capolino tra il Bosco delle cose, mentre i disegni originali troveranno un loro spazio a breve in una location tutta cittadina. Voi intanto li potete vedere nella fotogallery, assieme ad altre della festa…

– Marta Santacatterina

www.museoguatelli.it
www.fermoeditore.it

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community