L’erede di Bruno Munari. A Torino Maurizio Ceccato racconta il design (p)e(r) l’editoria


Appuntamento da Velan, a Torino, domani sera. Per un incontro relativo curato dal nostro vicedirettore Marco Enrico Giacomelli. Appuntamento soprattutto con Maurizio Ceccato, un fiore all’occhiello del design made in Italy applicato all’editoria: Fazi, Arcana, Elliott, Ponte alle Grazie sono alcuni degli editori con cui lavora; e poi ci sono i quotidiani e le riviste: il manifesto, L’espresso, il mitico magazine spagnolo Belio. Chi ama libri e layout degni di nota, conosce senz’altro piccoli capolavori come la collana Scatti di Elliott, editore romano di grande raffinatezza: quei fregi barocchi sono quanto di più riconoscibile possa esserci fra le torri di libri dal design minimal. E quel design l’ha pensato proprio Ceccato con la sua agenzia IFIX. La serata piemontese sarà l’occasione, in particolare, per parlare di Hacca e del libro Non capisco un’acca. La casa editrice è marchigiana, riscopre perle novecentesche di narrativa soprattutto, ma poi regala anche esperimenti grafico-testuali come quello di Ceccato. E poi si parlerà di un magazine che però è un libro, Watt Magazine, dove narratori e illustratori stanno fianco a fianco. Qui vi regaliamo un video. Da Velan tutto il resto.

Torino // 23 gennaio 2012 ore 19
Maurizio Ceccato è morto. Un incontro relativo
a cura di Marco Enrico Giacomelli
VELAN
Via Saluzzo 64
011 280406
[email protected]
www.velancenter.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Giorgia

    Ognuno conosce un Munari diverso..
    Felice per l’erede designer, mi piacerebbe essere la sua erede didattica..